Google+ Badge

giovedì 21 aprile 2016

IL SEGRETO

IL SEGRETO

Ascolta, ascolta
le parole non dette.
Porgesti timido l' orecchio,
al loro suono: dentro
trasalisti.
Divorai la strada
dei tuoi pensieri
Man mano li accartocciavo
e dentro vi mettevo
il lampo dei tuoi occhi,
il fremere delle tue labbra
tra i miei denti.
Assalto diedi
al castello dei tuoi divieti,
feci abbassare
quel ponte levatoio:
si introdusse lieve un sussurro.
Lo portava, sonora l' onda
di una voce silenziosa
E anch' io ero onda,
ed ero muta,
ascoltasti anche me.
Dimmi quel che ti dissi,
le sillabe di allora conta.
Mettile in fila
sul vassoio del vento
che sognasti allora.
Prendile ad una ad una,
risuonano ora distinte
nel silenzio della tua mano
che adesso il mio nome canta.