Google+ Badge

giovedì 5 gennaio 2017

LA TROMBA E UNA BARA

LA TROMBA E UNA BARA

Chiudesti la portiera.

                         Non appena ti lasciai
                ancora sulla strada,
dubitai di averti visto.


                Anzi dubitai che tu ci fossi.


La macchina si allontanava
     prendendo a poco a poco
                velocità.


                                                 Mi regalava il suo gas di scarico
                                                         e la tua presa in giro.

       Forte è sempre stato
il mio si a te.
        Forte la voce con cui l'avevo pronunciato.


Mi aveva attraversata.
Forte e nitida.


                 Persino le mie burle
       e le facezie e i miei nonnulla
avevano fatto sul serio,


     Il mio alzarmi la mattina,
e la tazzina del caffè,
     il mio coricarmi la sera
dopo essere stata in bagno.


                                    Eri stato un senso,
            un suono forte. Troppo!


Una tromba era stata suonata
come il brivido del giudizio
e ora giaceva lì
schiantata sul selciato


                             in una bara.
        Insieme alla mia voce

in ginocchio