Google+ Badge

giovedì 2 agosto 2018

mi dicevo



Mi dicevo: l'ucciderò
seppellirò l'andare sotto l'erba
sarò solo un ritornare
ritornare a casa
da ogni altrove
essere felice quasi per caso di
incontrare chi sta dentro:
polvere, zanzare e tanti tu
Devo esserlo,
questo mi dicevo
io che avevo le gambe della fuga
Un colofon ripeteva a dritta e a manca:
essere felice
felice di esserlo
momento per momento
in te e
in tutti i paesi confinanti
senza rifletterci
e il pianto penserà al sorriso 
ruberà miele dorato
giù nel prato
Si scuciva i calzini
il pagliaccio