Google+ Badge

venerdì 22 giugno 2018

il ballo delle parole

Leggevo qualcosa
ma confusamente
le parole s/ballavano
dentro il loro significato
avevano trovato un ramo s/fiorito di scuse
per non dire più nulla
digrignavano lettere
che stavano strette
volevano la cruna di un ago
da cui passare insieme al cammello
come si vuole una madre
sobillatrice: una poesia

ma sulla panchina
c’era solo una lattina di coca-cola
vuota
comprata al bar vicino
Andy Warrol era già
andato via con lo scontrino
di un attimo forse felice.