Google+ Badge

lunedì 27 novembre 2017

La cavalcata del dolore d'esserci




La cavalcata del dolore d'esserci
                                                            
 "Chi cavalca così tardi nella notte e nel vento?" 
   W. Goethe, il re degli Elfi


Questa è la vicenda di un dolore impossibile
nei campi a distesa di cuore arso 
come stoppia
tra crepe che si concedono 
alla realtà di una macchia dietro l'altra
a voler disarcionare dalle tue ciglia
lacrime che non scendono ma salgono
Una storia che non c'è
perché passa attraverso parole che trafiggono
il tempo che abbiamo
e solo quello
e che vendiamo a poco prezzo
a una sorte d'accatto
-che tutto si piglia
nei luoghi comuni-.
Ti conti le dita di una mano,
poi dell'altra e sbagli,
sbagli a contare 
perché arrivi a 10.
E il dito di vino
divino 
(ché li c'eri tu),
quello dov'è finito?
Non ti appartiene forse più?
Non sta nelle tue mani?
L'hai già bevuto? -impossibile
insieme al dolore? - impossibile
Impossibile tu!