Google+ Badge

martedì 25 luglio 2017

e anche il ricordo mente

Ciò che ti piace ha chiuso oggi la sua casa,
un po' di luce filtra ancora,
non acceca e non illumina,
filtra e giace lì sul fondo delle coltri,
dove il lenzuolo ora si fa tardo ricordo
e anche il ricordo mente
Dove vanno a finire i momenti felici?
Hai scordato
chicche di melograno rosso fuoco
sparse tra inaccessibili granai.
Non c'è più nulla ormai
e il vuoto rabbrividisce
dove è stato amore
Li rivedo ancora quei momenti attraversare
il cielo del tuo inguine,
balzare nelle strofe del tuo corpo.
Non sempre chiacchieravano tra loro.
Talvolta beatamente chiusi in sé stessi,
soli con i tuoi occhi sui trampoli
a imbastire sogni 
quasi a non voler essere disturbati,
talaltra invece, chiassosi, ciucciavano tra loro
in cerca di compagnia
carezzandoti le guance 
come vento di vampa e di piacere. 
Tutti si rifiutavano al tempo 
eppure era lì che erano nati,
ma chi lo seppe mai?
E sul mio selciato caddero le ombre 
-ero io la salute mentale della tua felicità-
preda dei bracconieri di passaggio:
l'orizzonte fratto fu quello il loro esilio

Ma ora non ho voglia di andare via né di restare,
non ci ho mai pensato,
non ho voglia di pensare
non è per loro che rischio la pazzia