Google+ Badge

martedì 6 giugno 2017

stillicidio

STILLICIDIO

Ho stipulato un contratto con
l'acquedotto di vita per la fornitura quotidiana.
La mia non è la vostra morte
di chi sarà non so.
Non ho voltato le spalle al giorno
nemmeno alla notte
Ho stanziato uno sbaraglio
per riavermi,
una prepotenza d'unghie e denti
Non sei tu a mancarmi
è quell'atmosfera da tecnica virale,
da stufa in calore
in cui mi avviluppavi
Come dimenticare le trappole d'essenza
l'essermi in te desiderata
l'averti in me concepito tante e tante volte
come un rubinetto gocciolante
irreparabilmente