Google+ Badge

mercoledì 8 marzo 2017

contraddizioni d'amore

            Contraddizioni d'amore

Dove sei, dove non sei?!
            Vieni, impossibile l' attesa
              dura eterno l'indugio

            Come ubriaca e sobria
            grido e bisbiglio
È un urlo ed un sussurro.
Non ti tocca e ti violenta

            Sei un fantasma o cosa?
            Non frapporti tra te e me,
                  resta tra noi

                          Dove sei, dove non sei?
             Gelo mi invade e scende,
                          caldo ardente risale
                   Attraversami come valle!
                          infilami come scale.
L'usignolo in te
      ha adesso il barrito
dell'elefante e incalza col ruggito
   del pulcino.
                         La tigre in me
                     è solo il tic tac del tuo orologio
                         e non si ferma

                   Dove sei, dove non sei?
                   Tutto è sconnesso!
Nulla più è naturale
    Alta è la posta adesso

Piume graffianti le tue
che mi scarnificano.
                    Vestali d'amore e satiri
               li daremo in pegno
                    per ritornare umani
ai grandi magazzini
della mia e della tua vita.

    Accetto, accorderò il mio piano:
prima di baciarle
    suonerò le tue labbra,
come sacro lavacro
     mi bagnerò in esse.

                   Ma...dove sei, dove non sei?
              Adesso basta, continua
                   vieni....vai
Poi sarà tardi,
             non sarà tardi mai