Google+ Badge

giovedì 13 ottobre 2016

IL FUTURO DEL TEMPO


IL FUTURO DEL TEMPO


Ho visto il tempo che cercava
di riposarsi
su una folgore.
Era solo, era stanco,
gli mancava il respiro.
Aveva anche sonno.
Una nuvola gli faceva da cuscino
e il vento gli cantava la ninna nanna.
Ma non poteva chiudere
nessuno dei suoi mille occhi:
non aveva palpebre.
Il tempo non dorme mai
Il disegnatore della vita
non lo aveva previsto
e l'esperienza lo sa bene.
Allora pose degli interiori di animali
in un'urna di vetro
e andò da un'indovina
a farsi predire il futuro.